Questo sito utilizza dei cookies, anche di terze parti. Continuando la navigazione accetti la policy sui cookies.
In caso contrario, ti invitiamo ad abbandonare la navigazione di questo sito.

11 dicembre. Il centenario di Etty Hillesum

A 100 anni dalla nascita della scrittrice olandese morta nel campo di sterminio di Auschwitz il 30 novembre 1943 a soli 29 anni, il cui Diario è stato uno dei casi editoriali più straordinari degli ultimi decenni la Cooperativa Cattolico-democratica di Cultura e dai Padri della Pace promuovono l'incontro

Attualità di Etty Hillesum (1914-2014)
Giovedì 11 dicembre 2014
ore 20,45
Sala Bevilacqua via Pace n.10 Brescia

Intervengono Klaas A.D. Smelik, Direttore del Centro studi Etty Hillesum presso l'Università di Gand, figlio di quel Klaas Smelik a cui Etty Hillesum chiese di conservare i diari affinché fossero pubblicati e Gerrit Van Oord, Coordinatore del Centro studi Etty Hillesum – Italia.

Nata nel 1914, famiglia di media borghesia intellettuale di Amsterdam, comincia a scrivere il diario a 27 anni, nel marzo del 1941, quando l'esercito di Hitler già occupa l'Olanda. Nell'agosto del 1942 viene deportata nel campo di Westerbork dove rimane fino al settembre 1943, prima di essere trasferita ad Auschwitz.
Etty aveva lasciato il diario ad un amico scrittore che per 38 anni non riuscì a trovare un editore. Finalmente, nell'81, la prima edizione olandese, alla quale seguirono le traduzioni che lo hanno diffuso in tutto il mondo.