Questo sito utilizza dei cookies, anche di terze parti. Continuando la navigazione accetti la policy sui cookies.
In caso contrario, ti invitiamo ad abbandonare la navigazione di questo sito.

10 dicembre: Inaugurazione Help Center Brescia

161210.help.center.01161210.help.center.02161210.help.center.03

Sabato 10 dicembre, con la Tav Brescia-Treviglio, è stato inaugurato l’Help Center presso la stazione ferroviaria di Brescia: è il diciassettesimo che si apre in Italia, all’interno della rete ONDS (Osservatorio Nazionale sul Disagio e la Solidarietà nelle Stazioni Italiane) costituita nel 2000 con l’apertura dell’Help Center di Milano.
Situato in locali concessi in comodato d’uso dal Gruppo FS Italiane, l’Help Center sarà gestito dalla cooperativa sociale La Rete, su incarico del Comune e in collegamento diretto con l’assessorato alle politiche sociali della città (leggi).
«Con l’arrivo dell’Alta velocità – ha dichiarato Domenico Bizzarro, amministratore delegato della cooperativa sociale La Rete - giunge anche un servizio per le persone fragili, uno spazio di orientamento e accoglienza in stazione: in questo modo potremo essere ancora più d’aiuto a chi si rivolge a noi»

Che cosa sono gli help center? Servizi di orientamento nati dalla collaborazione tra il settore Politiche Sociali delle Ferrovie dello Stato e gli enti locali e del privato sociale, ubicati all’interno o in prossimità delle stazioni ferroviarie principali.

Il progetto dell’help center bresciano è stato avviato nell’autunno 2015 ed è partito con un servizio mobile di ascolto per i senza dimora che stazionavano nei pressi della stazione, affidato agli operatori del Centro diurno l’Angolo (il servizio per i senza dimora gestito in città dalla cooperativa sociale La Rete).

In costante coordinamento con il Comune di Brescia e con le organizzazioni che si occupano di grave emarginazione a Brescia, radunate nel Tavolo per il contrasto alla grave emarginazione, La Rete ha quindi seguito lo sviluppo del progetto e l’allestimento della sede, grazie all’impegno di Alberto Gobbini, vicepresidente della Rete, della responsabile dell’area di lavoro per il Contrasto alla povertà, Lisa Giustacchini, con la collaborazione della collega Michela Merigo e del gruppo di lavoro del Centro Diurno L’Angolo.

I servizi offerti

  • ascolto: un luogo di incontro confronto e accoglienza del disagio, ponendo al centro l'aspetto relazionale, come momento fondamentale per un successivo percorso di inclusione sociale;
  • segretariato sociale: attività di orientamento a strutture territoriali per la soddisfazione dei bisogni primari (dormitori, mense, servizi per l’igiene della persona, centri che distribuiscono vestiario) ed ai servizi territoriali che offrono assistenza sanitaria, burocratica e legale;
  • presa in carico: realizzazione di progetti personalizzati a breve medio e lungo termine, finalizzati al recupero psico-sociosanitario;
  • gestione dell’emergenza sociale di stazione: supporto agli attori di stazione nella soluzione di situazioni di crisi attraverso risposte immediate a bisogni urgenti;
  • monitoraggio del disagio sociale di stazione: contatto di strada e attività di relazione e analisi quali/quantitativa delle presenze e delle dinamiche sociali di stazione.

In stazione non c’è solo l’alta velocità si inaugura l’help center dei senza casa - Brescia Corriere della sera del 10 dicembre 2016

Un help center per i senzatetto - Bresciaoggi dell’11 dicembre 2016