Questo sito utilizza dei cookies, anche di terze parti. Continuando la navigazione accetti la policy sui cookies.
In caso contrario, ti invitiamo ad abbandonare la navigazione di questo sito.

Eventi e iniziative della cooperativa «La Rete».

30 e 31 luglio 1 agosto. Serate d'estate al Bistrò popolare

Nel pieno dell'estate, prima della pausa estiva, La Rete organizza tre serate al Bistrò Popolare. Ogni sera fra le 19.00 e le 23.00 la cucina offrirà i piatti di Lorenzo e Cristian, che insieme alle consuete proposte del Bistrò (primi piatti freschi, menu vegani/vegetariani, selezioni di formaggi e salumi, insalate) prepareranno i classici menu delle feste popolari estive (pane e salamina, patatine, ecc).

Ogni sera alle 21.30 avremo musica di qualità e sabato 1 agosto dalle 18 Co.Librì intratterrà il pubblico di piccoli e grandi con letture a sorpresa.

La nuova libreria Rinascita metterà inoltre a disposizione una vetrina di libri per l'estate, da scegliere ed acquistare.

 

Scarica la locandina.

4 luglio. Inizia a Brescia la campagna STOP alle false cooperative

Sabato 4 luglio, dalle 10 alle 11.30, presso la nuova libreria Rinascita, in via della Posta a Brescia, sarà possibile firmare la Legge di iniziativa popolare per perseguire le false cooperative.

Il fenomeno delle imprese che utilizzano strumentalmente la forma giuridica della cooperazione perseguendo finalità estranee a quelle mutualistiche è stato il tema emergente nell'assemblea dell’Alleanza delle Cooperative (che rappresenta unitariamente Agci, Confcooperative e Legacoop), riunita da giovedì 2 luglio presso l’Auditorium di Cascina Triulza all'interno di Expo 2015.

Una battaglia per la legalità partita dall'interno del mondo cooperativo, che intende ribadire con forza la necessità per il paese di una economia pulita e che ha ricevuto l'incoraggiamento di Don Luigi Ciotti, fondatore di Libera, intervenuto all'assemblea dichiarando: "Trasparenza e onestà sono prerogative del processo cooperativo". Monsignor Galantino,segretario generale della Conferenza Episcopale Italiana, anch'egli fra gli ospiti del consesso, ha ricordato: "Solo chi mette davanti la persona e non il profitto è in grado di fare la differenza. La vostra scommessa è promuovere una crescita etica oltre che economica insieme alla politica" . Il sostegno all'iniziativa di Alleanza delle Cooperative, è giunto anche dal ministro Maurizio Martina, ministro delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali Maurizio Martina, che ha firmato la proposta di legge ad uno dei banchetti allestiti in Cascina Triulza.

La campagna è stata avviata Roma, il 16 aprile scorso, quando L’Alleanza delle Cooperative Italiane – che l'ottobre scorso avevva sottoscritto il Manifesto per un'economia pulita- ha depositato in Corte Suprema di Cassazione la proposta di legge di iniziativa popolare per mettere fuori gioco le false cooperative.

A due mesi dalla partenza ufficiale della campagna, avviata il 6 maggio scorso, le firme raccolte sfiorano già le 30 mila. L’Alleanza, che chiede al Parlamento di approvare una legge con misure più severe e più incisive per contrastare il fenomeno delle false cooperative, ha sei mesi di tempo per raccoglierne un minimo di 50, periodo nel quale conta di sensibilizzare tutta l'opinione pubblica e di aprire un'azione a vasto raggio contro tutte le forme di illegalità che si insinuano nelle inziative economiche. Nel mirino ci sono:

  • il massimo ribasso nelle gare d’appalto, che significa mancato rispetto del contratto di lavoro,
  • le infiltrazioni mafiose, grazie, all’applicazione del Protocollo di legalità già sottoscritto con il Ministero dell’Interno,
  • il rafforzamento della partecipazione dei soci ai processi decisionali,
  • il sostegno agli osservatori territoriali della cooperazione.

Che cosa prevede la proposta di legge

  • la cancellazione dall’Albo delle Cooperative e la conseguente perdita della qualifica di cooperativa, per le imprese che non siano state sottoposte alle revisioni/ispezioni;
  • definizione di un programma di revisioni, in via prioritaria, per quelle cooperative che non siano state sottoposte da lungo tempo alle revisioni o alle ispezioni, così come per le cooperative appartenenti ai settori più a rischio;
  • tempestiva comunicazione dello scioglimento delle cooperative all’Agenzia delle Entrate per contrastare il fenomeno di cooperative che nascono e cessano l’attività nel giro di pochi mesi accumulando debiti nei confronti dell’Erario;
  • creazione di una cabina di regia al Mise che coordini i soggetti chiamati a vigilare sulle cooperative evitando sovrapposizioni e duplicazioni di adempimenti attraverso intese con consentano di coordinare revisori provenienti anche da altre Amministrazioni.

Per saperne di più: http://www.stopfalsecooperative.it/

Segui la campagna su Facebook: https://www.facebook.com/StopFalseCooperative

Leggi e scarica il volantino

13 luglio. Torna il Pantera

Torna in scena “Pantera Beat. Un beau roman une belle histoire, a capofitto nel bestiario bresciano”, atto teatrale interpretato da Enrico Re, con la regia di Silvio Gandellini, in una rappresentazione offerta dall'attore per sostenere le attività di solidarietà sociale dell'Associazione di volontariato La Rete-Una dimora per l'emarginazione.

Nostrana pop-opera che racconta il percorso di formazione di un ragazzo che cresce in una periferia, il Pantera, circondato dai personaggi del“Bestiario” che la popola, Pantera Beat alza il sipario su uno spicchio di realtà bresciana con i suoi protagonisti - tutti interpretati da Enrico Re, mattatore unico in una strabiliante performance di trasformista.

Lo spettacolo si svolge nell'ambito della festa della Pro Loco di Mompiano il 13 luglio 2015 alle 21:00, presso l'arena del Parco Castelli a Brescia. In caso di maltempo verrà annullato

Ingresso a offerta libera a titolo di sottoscrizione per l'Associaizone di volontariato La Rete-Una dimora per l'emarginazione.
Prenotazione biglietti:
tel 320 6190660
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. (indicando un proprio recapito telefonico)

leggi e scarica la locandina

Social Enterprise World Forum 2015 a Brescia

Il Social Enterprise World Forum (SEWF) è un evento mondiale dedicato all’impresa sociale., giunto quest'anno alla sua ottava edizione, che - nell’anno di EXPO - torna in Europa, a Milano dal 1 al 3 luglio.
Il SEWF porterà in Italia le voci le esperienze più innovative maturate nel mondo, offrendo alle imprese sociali italiane, agli operatori e agli investitori l’opportunità di entrare in contatto con i protagonisti di questo dibattito a livello nazionale e internazionale.

I temi affronatati saranno:

  • L’ecosistema che promuove l’Impresa Sociale
  • L’ impresa sociale contro la povertà
  • Impact Investing
  • Nutrire il pianeta
  • Trasversali ad ogni argomento trattato nel Forum saranno le questioni:
  • I giovani e l’ impresa sociale
  • Le imprese sociali – una comunicazione efficace

Sono previsti sconti e agevolazioni per i giovani che vogliono partecipare alle iniziative in programma

Tutte le informazioni: http://sewf2015.org/it/

Il Social Enterprise World Forum 2015 offre ai suoi partecipanti l'opportunità di visitare le imprese sociali italiane che con creatività e innovazione rispondono alle sfide più pressanti per l’Italia di oggi: lavoro, salute, casa, integrazione, organizzando viaggi alla scoperta dei territori nei quali operano le imprese sociali che ospiteranno i visitatori. Fra le imprese sociali da visitare è stata selezionata anche la cooperativa sociale La Rete, che accoglierà il gruppo dei partecipanti al SEWF il prossimo  30 giugno

http://sewf2015.org/it/tour-imprese-sociali/

Un evento nell'evento:
Muhammad Yunus chiuderà il Forum Mondiale nel pomeriggio di venerdì 3 luglio.

http://sewf2015.org/it/3-luglio-2015/

L'indomani sarà al centro della narrazione itinerante organizzata dal SEWF: un vagone del treno Freccia Rossa partirà da Milano la mattina del 4 luglio alle ore 10.00, con l’eredità importante del Forum e con la presenza del Premio Nobel, per arrivare a Napoli alle 14.15.
Il treno attraverserà la penisola con 50 giovani che potranno dialogare e confrontarsi sui temi dell’economia sociale e diventare essi stessi protagonisti della diffusione culturale e delle sfide lanciate dal Forum mondiale appena conclusosi a Milano. A Napoli avranno anche l’opportunità di visitare alcune imprese sociali d’eccellenza presenti nella città.

http://sewf2015.org/it/in-treno-con-il-premio-nobel-muhammad-yunus-per-uno-storytelling-itinerante-sullimpresa-sociale/

30 anni di Federsolidarietà

Il 18 e 19 giugno Federsolidarietà, la federazione delle cooperative sociali aderenti a Confcooperative, organizza ad Assisi un convegno che riunisce i cooperatori a 30 anni dal suo primo congresso, celebrato nella cittadina umbra nel giugno del 1985.

I due giorni sono dedicati a festeggiare la storia della cooperazione sociale non solo ripercorrendone la storia, ma aprendo il confronto sui temi che con più urgenza ne dettano l'impegno nel presente e ne delineano le prospettive future: reddito e occupazione, giustizia e legalità, progettualità imprenditoriale e collaborazione con il mondo del profit, welfare.

Coniugare solidarietà e spirito imprenditoriale è la sfida che i cooperatori sociali raccolgono nella fiducia di poter dare impulso ad una nuova economia. L'”utopia possibile” in nome della quale fu aperto 30 anni fa proprio ad Assisi il primo congresso dell'organizzazione,  che contava allora – in una fase ancora pionieristica della sua storia – non più di  650 imprese. In Federsolidarietà sono oggi  oltre 12.000 le cooperative sociali attive, capaci di rappresentare una forza sociale, economica ed occupazionale importante e consolidata, cresciuta con una progressione sconosciuta ad altri settori dell'impresa e della cooperazione nel nostro paese.

Giuseppe Guerini, presidente di Federsolidarietà, sempre poco incline all'autocelebrazione e volto piuttosto a stimolare la ricerca di sempre maggiore adesione a nuove esigenze di equità e giustizia, spiega il senso dell'incontro ad Assisi:

«Interrogati dall'esigenza di trovare nuove forme di protezione sociale, sostenibili ma capaci di umanesimo economico, i cooperatori vogliono ancora esserci e reinventare il metodo cooperativo, realizzando progetti e interventi per il welfare e l'inserimento lavorativo, per rinnovare le nostre imprese, in un mondo che cambia»

Fra gli interventi in programma nelle due giornate, segnaliamo quello di Valeria Negrini, vicepresidente di Federsolidarietà e presidente della Cooperativa sociale La Rete, che prenderà la parola venerdì 19 sul tema : Welfare e cooperazione sociale nei territori.

Trent'anni di futuro - Il programma completo

20 giugno. Giornata mondiale del rifugiato

«In lontananza ho veduto coi miei occhi la terra dove c’è per me uno scampo. Voglio fare così, mi sembra sia la cosa migliore: fintanto che le travi restano ferme negli incastri, rimarrò qui e resisterò pur soffrendo e penando. E non appena l’onda mi fracassa la zattera, mi metterò a nuotare, poiché nulla di meglio è possibile pensare e prevedere» ... «Poiché sei giunto alla città e terra nostra, non mancherai di vesti né di alcun’altra cosa, come è giusto riceva un supplice provato dalla sventura» (Odissea, libro V)
Qui il programma delle iniziative a Brescia

Naturalmente amici. Racconti fotografici tra uomo e natura

La Cooperativa Sociale La Rete con la Cooperativa Sociale Futura L'avvicinamento alla cultura del territorio, alla storia e all'attualità del rapporto fra uomini e natura, la ricerca del suo valore per l'agricoltura e l'alimentazione, attraverso la lettura del paesaggio e la sua rappresentazione nel linguaggio della fotografia sono gli obiettivi alla base della nuova proposta del laboratorio di fotografia sociale Scatti Randagi.

La Cooperativa Sociale La Rete collabora in questa occasione con Cooperativa Sociale Futura, una realtà radicata nel territorio della Valle Trompia, che ha formato un gruppo fotografico fra i suoi utenti e propone un percorso di lettura del paesaggio alla scoperta delle coltivazioni più caratteristiche del territorio, per costruire un racconto fotografico, sotto la guida del fotografo Matteo Zubani.

Scatti Randagi - Laboratorio di fotografia sociale
Naturalmente amici
Racconti fotografici tra uomo e natura sulla terra della Val Trompia
con il fotografo Matteo Zubani

Costruiamo insieme un percorso per realizzare una rappresentazione fotografica collettiva dei momenti e dei luoghi che raccontano la crescita delle specie vegetali legate alla cultura ed alla tradizione agraria locale sul territorio di Nave, Caino, Bovezzo, Collebeato, Concesio e Villa Carcina.

Un'attività pensata per offrire a tutti i partecipanti l'occasione di sperimentare il linguaggio fotografico per condividere con la comunità il proprio sguardo.

Gli iscritti al laboratorio, gli educatori della Cooperativa Sociale Futura e il fotografo Matteo Zubani

  1. organizzano le uscite in gruppo per scattare le fotografie
  2. elaborano i materiali per la creazione di un racconto fotografico collettivo
  3. presentano ed espongono il loro lavoro al pubblico delle comunità locali (autunno 2015)

Gli incontri sono aperti a tutta la cittadinanza. E’ possibile iscriversi ad una o più uscite al costo di 15 euro per uscita singola (o 10 euro l’una per minimo 3 uscite). Non è necessaria la dotazione di apparecchi fotografici complessi: è sufficiente una comune macchina fotografica digitale o un telefono che scatta fotografie. Gli incontri si terranno a Nave, nella sede della cooperativa Futura, a Cortine via Scuole 13,da cui si partirà anche per le uscite (sempre dalle 9.30 alle 11.30)

  • mercoledì 27 maggio: uscita con destinazione Collebeato – Orto Beato
  • mercoledì 3 giugno: uscita da definire
  • venerdì 5 giugno: uscita da definire
  • mercoledì 10 giugno: uscita da definire
  • venerdì 12 giugno: uscita da definire
  • mercoledì 17giugno: uscita da definire
  • mercoledì 24 giugno: uscita da definire
  • venerdì 3 luglio: rielaborazione finale

leggi e scarica la locandina

Per info e prenotazioni:
Cooperativa Sociale La Rete e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Cooperativa Sociale Futura Tel 3492437703