Questo sito utilizza dei cookies, anche di terze parti. Continuando la navigazione accetti la policy sui cookies.
In caso contrario, ti invitiamo ad abbandonare la navigazione di questo sito.

Eventi e iniziative della cooperativa «La Rete».

24 gennaio. Siamo tutti Don Chisciotte a Rovedolo

Proseguono gli incontri del calendario “Siamo tutti Don Chisciotte. Viaggio verso la salute mentale in Valle Trompia”, una serie di iniziative per favorire la conoscenza, l’incontro e l’inclusione, diffondere informazione sulla salute mentale, sui servizi e sulle opportunità per tutelarla e svilupparla all’interno della comunità, della scuola e del mondo del lavoro.

24 gennaio dalle 15 alle 19
Open day di Rovedolo

Il Centro Diurno di Rovedolo (Gardone Val Trompia) apre le porte e invita tutti a prendere parte ad una giornata di attività, per divertirsi , imparare, riflettere insieme. Il Centro Diurno di Rovedolo, della Uop 20 Gardone Valtrompia AO Spedali Civili di Brescia, è una struttura dedicata alla tutela della salute mentale, che ha il ruolo di "trampolino di lancio", per l'ampliamento degli spazi di vita relazionale, sociale e lavorativa delle persone con disagio mentale seguite dal cps.

Il 24 gennaio 2015, il Centro Diurno di Rovedolo offre a chiunque sia interessato la possibilità di sperimentare alcune attività che vengono proposte settimanalmente nei programmi riabilitativi: attività espressive, volte a creare spazi di confronto, di espressione, di conoscenza di sé.

Spiega l'educatrice Alessandra Zanolini che opera nel Centro: «E' un'occasione per avvicinarsi alle persone, alle esperienze ai luoghi che si occupano di salute mentale, uno spazio che può essere condiviso da tutti, non tanto perché “siamo tutti folli”, ma al contrario perché siamo tutte personee, in quanto tali, portatori di curiosità, conoscenze, competenze, abilità, desideri da conquistare, sperimentare, esprimere, condividere».

PROGRAMMA

  • 15.15 – 16.30 Sala refettorio della CRA : Laboratorio di Lettura
    Mino Barbara ci accompagna in un percorso letterario attraverso l’Europa, che si snoda sul tema dell’ironia, con l’accompagnamento musicale dal vivo di Alberto Forino.
    I Laboratori di lettura, sulla falsariga di quella dei gruppi di lettiura attivi in tante biblioteche, si svolgono durante l'arco dell'anno, preso il Centro Diurno di Rovedolo e costituiscono una delle attività nella quale sono impegnati operatori e utenti
  • 16.45 – 17.45 Stanza Biblioteca : Laboratorio di Cantoterapia
    Silvia Dallera, cantante e cantoterapista, propone in un laboratorio di gruppo l'attività che usualmente svolge in percorsi individuali all'interno del Centro Diurno.
    Pur utilizzando anche tecniche vocali, la cantoterapia non è un corso di tecnica vocale: piuttosto, contempla un lavoro all’insegna della ricerca della propria voce attraverso l’utilizzo del corpo, della respirazione e della vocalizzazione. La voce è il primo mezzo di comunicazione dell’uomo, il primo segno di affermazione e conferma di sé nel mondo; ha una stretta correlazione con la nostra parte emotiva ed è uno specchio del nostro io interiore.
  • 18.00 – 19.00 Palestra del Centro Diurno: Lettura teatrale “Ballate non pagate” A cura dell’Associazione Culturale Treatro - Terre di Confine
    Scritti di Frame, Merini, Marquez, Vassalli, Campana, Marinetti ci accompagnano in un viaggio all’interno della follia, guidati dalla voce di Franca Ferrari e dalla musica di Gabriele Zamboni.
    La lettura prende il via dal momento in cui Franco Basaglia denunciava con un libro-documento le condizioni degli ospedali psichiatrici alla fine degli anni 60.

La giornata si chiuderà con un rinfresco, durante il quale i partecipante potranno conoscersi, scambiare impressioni e considerazioni.

La realizzazione della giornata è possibile grazie al contributo dell'Associazione Il Chiaro del Bosco Onlus, sul progetto “Oltre la malattia. Condividere esperienze, costruire sapienze, generare speranze” Legge 23/99 Bando 2013- Regione Lombardia

leggi e scarica il volantino

Orto comunitario. Si lavora!

L'Orto comunitario di Sanpolino, il progetto presentato da Associazione La Rete, Auser, Gruppo volontariato Brescia 3, con la partnership di CODISA e Associazione Happy Food, incomincia a produre i primi frutti. Sono partite infatti le attività con cui i cittadini si stanno prendendo cura dei 7.000 metri quadrati assegnati dal Comune al gruppo che si è costituito a San Polino per coltivare l'appezzamento di terreno - non chiuso da recinzioni e non diviso in lotti - e produrre ortaggi, fiori e piante ornamentali.

L'orto è però anche il luogo dove sperimentare attività di carattere aggregativo e cooperativo tra i fruitori, per la promozione di un nuovo e più consapevole utilizzo del proprio tempo libero e delle aree periurbane incolte.
La finalità generale è quindi quella di attivare il volontariato, i cittadini e le reti formali e informali nel territorio di riferimento, al fine di creare occasioni di socialità e ottenendo nel contempo una riqualificazione delle aree interessate.

E' già pronto il calendario dei primi incontri aperti a tutti i cittadini, durante i quali si realizzeranno i laboratori a tema

Tutti i laboratori sono gratuiti e si tengono presso il
Centro BIRD
via Mons. Manziana 2
a Sanpolino, Brescia
a 500 mt dalla fermata Metrò di Sanpolino.

Programma

Sabato 24 gennaio 2015 dalle 15:00 alle 17:00
Laboratorio sapone
Impariamo a produrre il sapone con ingredienti naturali.
A cura di Enrico Barzacchi del Gruppo Volontari Brescia 3

Sabato 31 gennaio 2015 dalle 15:00 alle 18:00
Laboratorio del riciclo per bambini e famiglie
Portate oggetti di scarto da casa: lattine, bottiglie, brick in tetrapack
e chi più ne ha più ne metta! Costruiremo insieme giochi e strumenti.
A cura di Terra e Partecipazione.

Sabato 7 e Domenica 8 febbraio 2015 dalle 15:00 alle 19:00
Incontro laboratorio con Andrea Midoro di Gecoeco - Genova
Energia, Acqua: elementi di libertà. Una panoramica per l'indipendenza
energetica e biodinamica. Impariamo a fare insieme, con il metodo
di maker comunity. Costruiamo una compostiera per i campi,
la centrale energetica più ecologica che c'è. Progettiamo insieme
un sistema di raccolta delle acque piovane per l'orto.
A cura di Andrea Midoro di Gecoeco - Genova

Sabato 21 febbraio 2015 dalle 15:00 alle 20:00
Laboratorio di panificazione
Facciamo il pane con il fornaio Armando Guerini e con le farine
biologiche dell'Azienda Agricola Zammarchi Pierangelo. Portate salse
e sughetti da condividere per un aperitivo.

Domenica 1 marzo 2015 dalle 10:30 alle 12:30 e dalle 14:00 alle 18:00
Germogli. L’incontro tra terra e semi
Mattino: visita guidata all'area dove realizzeremo l'orto.
Pomeriggio: evento collettivo per scambio semi, costruzione semenzai
e composter. A cura di Terra e Partecipazione.

Domenica 15 marzo 2015 dalle 17:30 alle 20:00
Proiezione del film di animazione mediometraggio “L'uomo che piantava gli alberi” diretto da Frédéric Back (1987)
Il film, basato sull'omonimo libro di Giono, è adatto a bambini e famiglie.
Introduzione e conversazione a cura di Terra e Partecipazione.
Per salutarci: merenda per i piccoli e aperitivo per i grandi.

Per iscrizioni e info
email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
tel: 030 3772201
da lunedì a venerdì dalle 10:00 alle 12:00

leggi e scarica il volantino con il programma

31 dicembre. Capodanno al Museo con il Bistrò Popolare

Il Museo di Santa Giulia sarà aperto la notte dell'ultimo dell'anno per festeggiare il capodanno scoprendo i tesori della storia bresciana, dalle  testimonianze celtiche e romane, a quelle longobarde, per arrivare all’epoca rinascimentale.

La cena - servita durante il percorso di visita nelle sale del complesso museale - sarà curata dal Bistrò Popolare della Cooperativa La Rete, che offrirà un menu a tema, con i sapori e i prodotti delle più antiche tradizioni culinarie.

La manifestazione è organizzata da Fondazione Brescia Musei, in collaborazione con il Comune di Brescia.

Come partecipare:
Ingresso, visita e animazione, cena e brindisi al costo di 80 euro a persona. E' richiesta la prenotazione entro il 28 dicembre al Centro Unico Prenotazioni del Museo di Santa Giulia (lunedì-domenica, dalle ore 10 alle 16)
Tel. 030.2977833/834; Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Tutte le info

15 dicembre Siamo tutti don Chisciotte

Lunedì 15 dicembre alle ore 20.45

Biblioteca Comunale Concesio

LO SCRIVERE E IL MALE DI VIVERE

conversazione con

Mariella Mentasti, formatrice e animatrice di laboratori di scrittura,

e Carlo Simoni, scrittore e giornalista

in occasione della

inaugurazione dello scaffale della Salute Mentale

romanzi, conoscenze, informazioni, testimonianze, poesie, immagini, esperienze, emozioni, ragioni,
passato e presente, storie nei libri e DVD disponibili in Biblioteca

 

L'iniziativa con la quale si apre il percorso «Siamo tutti Don Chisciotte» è un incontro in Biblioteca in occasione dell'inaugurazione dello Scaffale della Salute Mentale. Il bisogno di avvicinare con serenità e speranza anche la sofferenza psichica può ricevere risposte anche da un'offerta culturale con la quale tanti titoli - dalla saggistica alla poesia, ai film, fino alle raccolte di scritti prodotti nei corsi di scrittura realizzati con utenti e familiari dei servizi per la salute mentale – diventano noti e disponibili a tutti coloro che vogliono avvicinare il tema, superando il tabù che ancora lo accompagna.

La tutela della salute mentale ha bisogno di essere alimentata da tante risorse, anche da contributi del tutto estranei alla pratica clinica, da tutto ciò che rende possibile uno sfondo, sul quale anche la sofferenza psichica e la malattia possano essere letti e vissuti come una storia che riguarda persone fra le persone.

Lo scrivere, dunque come esperienza che permette di ricondurre l'esperienza del male di vivere a discorso condiviso, è il tema della conversazione nella quale saranno impegnati Mariella Mentasti e Carlo Simoni.

Mariella Mentasti, educatrice e formatrice, anima da anni i laboratori di scrittura creativa rivolti ai pazienti dei servizi per la salute mentale e ai loro familiari, convinta che «La parola, quando ha la funzione di consegnare a se stessi e agli altri una parte della propria vita, quando è parola di senso e di ricerca profonda, cura e si prende cura».

Carlo Simoni, scrittore e giornalista, con le sue opere di narrativa ci avvicina a personaggi che nella propria esistenza fanno i conti con il mal-essere ed è l'ideatore di Secondorizzonte, il sito web dedicato alla scrittura, concepita come «la possibilità non di darsi una vita parallela, ma di intravvedere un Secondorizzonte in questa che viviamo»

«Siamo tutti Don Chisciotte.Viaggio verso la salutementale in Valtrompia» è un percorso che attraversa i luoghi nei quali si vive,si abita e ci si esprime e nei quali il manifestarsi del disagio mentale, della sofferenza psichica, della malattia, suscita timore, sconcerto, insicurezza, soprattutto se mancano punti di riferimento per avvicinare e conoscere il problema, per affrontarlo e per includere chi ne porta il peso.

 Avvicinare, conoscere, includere e condividere l'esperienza sono aspetti essenziali nella pratica dell'operatore sociale e proprio operatori sociali sono i lavoratori della Cooperativa La Rete che anche in questa occasione intende mettere a disposizione della comunità il proprio patrimonio di esperienze, competenze e pratiche, alla ricerca di una crescita comune.

 Il primo obiettivo realizzato dal progetto è stato riunire in una rete collaborativa soggetti che a diverso titolo vogliono, possono, o devono trattare il tema della salutementale in Valtrompia, per far convergere i diversi contributi su di un programma di iniziative che si inscrive nel tessuto sociale, con l'intento di arricchirlo e al contempo riceverne risorse indispensabili.

Nel percorso sono coinvolti anche: UOP20 Gardone Valtrompia AO Spedali Civili di Brescia, Ass. Il Chiaro del Bosco onlus, Coop. sociale Gaia, Comunità Montana di Valle Trompia, SIBCA, Rete Bibliotecaria Bresciana, Istituto di Istruzione Superiore Beretta di Gardone V.T.

Si sono scelti  luoghi e momenti nei quali si dispiegano le relazioni sociali: la scuola, il mondo del lavoro e i centri di aggregazione, in particolare la Biblioteca di Pubblica Lettura che sempre prappresenta nei nostri Comuni una «piazza del sapere».

leggi e scarica il volantino
leggi e scarica la presentazione dell'iniziativa