Questo sito utilizza dei cookies, anche di terze parti. Continuando la navigazione accetti la policy sui cookies.
In caso contrario, ti invitiamo ad abbandonare la navigazione di questo sito.

1 agosto- "Oltre la strada" in via Mazzucchelli

 180802 via mazzucchelli

 Il 6 marzo 2017 il Comune di Brescia siglava con la Presidenza del Consiglio dei Ministri la convenzione per il programma “Oltre la strada: interventi per il sostegno della resilienza di via Milano e la valorizzazione della qualità di vita, della mobilità sostenibile, dell’integrazione, della vita partecipata nel quartiere e la tutela delle nuove e consolidate fragilità”.

La Congrega della Carità Apostolica, che ha richiesto e ottenuto di sviluppare azioni di rigenerazione urbana nell’ambito di via Milano, ha presentato un progetto di riqualificazione di 2 dei 7 fabbricati del lato ovest di via Mazzucchelli oggi inserito nel piano. Saranno così realizzate 34 unità abitative oltre a uffici e spazi per attività socio-sanitarie (al costo complessivo di 6,8 milioni di euro: 4 milioni di risorse proprie della Congrega e 2,8 milioni di finanziamento pubblico di cui al bando). Il progetto non prevede solo un rinnovo degli immobili: l'obiettivo è creare un tessuto comunitario, con accompagnamento degli inquilini, gestione degli spazi comuni e promozione di attività di animazione e buon vicinato oltre che con l’inserimento mirato di nuovi nuclei familiari.

La Cooperativa Sociale La Rete, che dal 2008 *proprio in via Mazzucchelli ha la sua sede amministrativa, ha sottoscritto un’intesa di locazione per i locali al piano terra di una delle due palazzine in via di riqualificazione, da adibirsi a uffici e centro operativo per il servizio di Portierato sociale che opererà sull'intera zona coinvolta dal progetto “Oltre la strada”.

* anno in cui si strinse la Collaborazione con la «Congrega della Carità Apostolica» per la definizione degli aspetti sociali del progetto «Contratto di Quartiere Mazzucchelli», la cui mancata approvazione in Regione non fece tuttavia venire meno la realizzazione degli obiettivi affidati alla Rete, che riguardavano le azioni per favorire politiche abitative orientate al miglioramento della qualità della vita dei residenti, all'accesso efficace ai servizi del territorio, al sostegno e all'integrazione delle fasce deboli della popolazione.

leggi l'articolo del Giornale di Brescia

leggi l'articolo di Bresciaoggi