Questo sito utilizza dei cookies, anche di terze parti. Continuando la navigazione accetti la policy sui cookies.
In caso contrario, ti invitiamo ad abbandonare la navigazione di questo sito.

24 gennaio - Vicinanza e solidarietà per Nadia di Cascina Clarabella

All’indomani della tragica morte di Nadia Pulvirenti, operatrice della riabilitazione psichiatrica uccisa da un ospite delle strutture residenziali di Cascina Clarabella, la cooperativa sociale La Rete esprime vicinanza e solidarietà ai familiari e ai cari della vittima e alle persone che lavorano, operano e vivono all’interno del Consorzio Clarabella.

Questo il messaggio inviato ieri 24 gennaio dal presidente Mauro Riccobelli ai dirigenti del consorzio Cascina Clarabella:

"A nome del Consiglio di Amministrazione, di tutti i soci e gli operatori della cooperativa La Rete, voglio esprimervi la nostra vicinanza e solidarietà davanti a quanto il lavoro e la passione per la cura e la riabilitazione vi ha fatto incontrare dentro un gesto tragico ed imprevedibile come quello che ha colpito la vostra cara Nadia, la sua famiglia e tutti voi.
Ci stringiamo in silenzio a tutte le persone che da anni danno valore e professionalità al vostro quotidiano operare, compartecipi e accomunati nello stare ai bordi e ai confini di mondi talvolta impenetrabili ed irraggiungibili.
Certi che saprete attraversare anche questo triste e doloroso momento, vi auguriamo la forza, la coesione ed il coraggio che nei momenti più bui possono risplendere con maggiore veemenza ed autenticità.
Un forte abbraccio"