Questo sito utilizza dei cookies, anche di terze parti. Continuando la navigazione accetti la policy sui cookies.
In caso contrario, ti invitiamo ad abbandonare la navigazione di questo sito.

Uno Sguardo Su...

La community di Incontri ai Margini propone, a cavallo tra i mesi di Novembre e Dicembre, un ciclo di incontri dal titolo "Uno Sguardo Su", rivolti ad un pubblico tra i 18 ed i 30 anni, attorno al mondo della grave marginalità.

Ogni incontro affronterà un diverso aspetto della macro-tematica dell'iniziativa, in dialogo con ospiti impegnati in progetti focalizzati sulla lotta alla grave marginalità.

Ecco il calendario delle iniziative:

  • 20 Novembre, ore 18:00

...LO STEREOTIPO

Con Romina Resa, responsabile del Progetti Incontri ai Margini. Presso il Salone della Cooperativa La Rete, Via Luzzago 1C, Brescia.

  • 27 Novembre, ore 18:00

...LA SALUTE

Con Piero Zanelli, coordinatore dell' Equipe del Progetto Strada. Presso il Salone della Cooperativa La Rete, Via Luzzago 1C, Brescia.

  • 4 Dicembre, ore 18:00

...LA CITTA'

Con qualcuno che ha uno sguardo particolare. Presso Il Riparo, Corso Matteotti 12A, Brescia.

  • 11 Dicembre, ore 18:00

...DI NOI

Momento di chiusura del percorso + aperitivo. Presso Il Riparo, Corso Matteotti 12A, Brescia.

 

Per informazioni:

Elisa 3394182172  / Veronica 3335002713

Pagina Facebook di Incontri ai Margini

Banner uno sguardo su

Scarica il programma in formato PDF

L'Italia è più grande di qualsiasi muro: la vera sicurezza è quella di tutti

Nel mese di ottobre il Forum Nazionale del Terzo Settore ha aderito all’appello “Con i migranti per fermare la barbarie“ attraverso un documento di adesione alle iniziative culminate poi nella giornata del 27 ottobre. Il documento integrale, dal titolo “L’Italia è più grande di qualsiasi muro: la vera sicurezza è quella di tutti” è leggibile nella sua versione integrale a questo indirizzo.

La Cooperativa La Rete non può che condividere le parole ed il profondo significato di questo appello, riportando inoltre di seguito alcuni stralci del documento redatto dal Forum Nazionale del Terzo Settore.

[...] La nostra identità è differenza, la nostra storia è mobilità, la nostra quotidianità è un bello, ma spesso faticoso, “stare insieme”, non ci trova separati in “noi” e “loro”. Negare la nostra storia e la nostra identità con norme o prediche surreali e pericolose è negare le condizioni di una vera sicurezza, che è tale se è per tutti e non solo per qualcuno [...]

[...] Sposare la logica dell’emergenza, invece della pianificazione e della lungimiranza, è ormai dimostrato, significa allearsi, forse inconsapevolmente, con il degrado, lo sfruttamento, l’insicurezza e la paura [...]

[...] Per questo chiederemo al Governo di costruire un tavolo di confronto sul tema immigrazione e accoglienza, per sfidarci tutti a una vera sicurezza e a una vera legalità che, come sancisce la nostra Costituzione, si fonda sul dovere della solidarietà e dell’affermazione dei diritti umani. Non sul “prima qualcuno di qualcun altro”, perché non è questa la nostra storia e tanto meno il nostro futuro [...]

 

Banner appello

Fuorinorma 2018

Torna anche quest'anno l'appuntamento con "Fuorinorma"!

Le tematiche di questa edizione ruoteranno attorno ai cinque sensi: "Fuorinorma 2018" continua quindi a muoversi nei campi delle diverse abilità, indagando il possibile contatto fra corpo ed ambiente esterno e sulla modificazione di questo rapporto quando qualche elemento fisico o cognitivo viene a cambiare o si modifica. L'interrogativo riguarderà quello che avviene quando i nostri sensi, sofisticati canali percettivi, subiscono modificazioni o menomazioni, non funzionano più o lo fanno solo parzialmente... risponderemo a questa domanda attraverso il teatro, la danza, la musica e le arti figurative.

 Accanto a Michela Lucenti e Balletto Civile, a Léa Legrand del Kolektiv Lapso Cirk, a Somebody Teatro, è stato inserito in questa edizione anche Davide Enia, con il suo spettacolo dedicato alle tragedie dei migranti, allargando così lo sguardo su una tematica che include temi di diversità, disadattamento, sofferenza, da sempre al centro della manifestazione.


8-9-10-11 Novembre

Brescia

Teatro Sociale

Palazzo Martinengo delle Palle

Mo.Ca

Studio 76

Vie della città

 

Fuorinorma 2018

Per tutte le informazioni scaricate la brochure in formato PDF e seguite la pagina FB della Rassegna

 

Prima la Povertà: parole, poesie e le canzoni di Creuza de Mà

In occasione della Giornata Mondiale Contro la Povertà, Somebody Teatro delle Diversità e Cooperativa La Rete hanno l'onore di presentare lo spettacolo "Prima la Povertà: parole, poesie e le canzoni di Creuza de Mà".

Una serata di lettura e canzoni, con Maurizio e Roberto Giannone (Corimè), Alessandro Adami, Stefano Zeni, Beatrice Faedi e gli attori di Somebody Teatro.

Vi aspettiamo Venerdì 19 Ottobre alle ore 20:30, presso la Cascina Maggia in Via della Maggia, Brescia.

Il fine giusto è dedicarsi al prossimo. E in questo secolo come vuole amare se non con la politica o con la scuola? Siamo sovrani. Non è più tempo delle elemosine, ma delle scelte.
Se voi avete il diritto di dividere il mondo in italiani e stranieri, allora io dirò che, nel vostro senso, io non ho Patria e reclamo il diritto di dividere il mondo in diseredati e oppressi da un lato, privilegiati e oppressori dall’altro. Gli uni son la mia Patria, gli altri i miei stranieri.

(Don Lorenzo Milani, Lettera a una professoressa)

 

Prima la Povertà

Scarica la brochure in formato PDF

 

Restiamo Umani in Marcia

Sabato 13 Ottobre alle ore 14:30, con partenza da Largo Formentone a Brescia, si terrà la quarta edizione della manifestazione "Restiamo Umani in Marcia". 

Un evento della massima importanza, che vede l'adesione anche della Cooperativa La Rete, il cui messaggio può essere sintetizzato nei punti:

  • Soccorrere
  • Accogliere
  • Integrare
  • Unire

Una marcia per l’accoglienza, con lo scopo di rendere visibili la volontà e l’impegno di cittadini, associazioni, enti locali, e migranti nella difesa dei principi fondamentali della Costituzione Italiana e della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani.

Un momento di condivisione, per dare un segnale forte e ribadire ancora una volta che salvare vite non è un reato.

 

Restiamo umani marcia 2018

Scarica la brochure in formato PDF